Praticamente chiunque può diventare subacqueo. Le poche eccezioni sono rappresentate da chi fosse in condizioni fisiche e/o psichiche tali da sconsigliare una normale attività sportiva ricreativa o da influire sulla normale vita quotidiana. Anche alcuni diversamente abili possono praticare attività subacquea, però frequentando corsi dedicati per i quali il nostro Circolo non è ancora attrezzato.

Una visita dal tuo medico curante o da un medico sportivo con competenze subacquee, per il rilascio del certificato medico di idoneità, toglierà ogni dubbio (inoltre il certificato medico è obbligatorio ormai dappertutto per frequentare un corso sub). Il certificato del medico curante è accettato dalla nostra didattica e dalla nostra assicurazione a condizione che riporti esplicitamente la durata della validità di 12 mesi dall'emissione (non 6).

"So già che son posso fare subacquea, perché ogni volta che provo a scendere sott'acqua, mi fanno male le orecchie!" Non è assolutamente vero! Uno degli obiettivi del corso è proprio insegnarti le migliori tecniche per eliminare questo fastidioso inconveniente che, salvo rare eccezioni, NON è dovuto a tuoi limiti fisici!

Ma come funziona?

Per effettuare immersioni utilizzando le bombole per respirare, è indispensabile frequentare uno o più corsi (dipende dalla profondità che vorrai raggiungere) durante i quali vengono fornite importantissime informazioni per la sicurezza, propria ed altrui, e per una corretta e piacevole attività subacquea in generale.

Brevemente, il primo corso abilita alle immersioni fino a 18 metri e si chiama BASE. Il secondo corso, riservato a chi ha conseguito il corso BASE, abilita alle immersioni fino a 30 metri e si chiama ARA ed è previsto un terzo corso, detto ARA ESTENSIONE che richiede il brevetto ARA ed abilita alla profondità di 40 metri, che è il limite assoluto ed universalmente riconosciuto per le cosiddette immersioni ricreative ad aria.

Ogni corso prevede, al termine:

  • una verifica scritta delle conoscenze teoriche, prevalentemente a quiz;
  • una verifica pratica in "acque delimitate" (cioè in piscina) che consiste in un percorso a nuoto ed alcuni esercizi adeguati, per tipo e difficoltà, al corso frequentato;
  • una verifica pratica in "acque libere" (cioè al mare) che consiste in alcune immersioni in condizioni reali (finalmente!) a profondità e con attività adeguate al corso frequentato.

Vogliamo qui sottolineare che i temuti "esami" consistono in realtà negli esercizi già imparati, fatti e rifatti durante tutto il corso, e ripetuti un'ultima volta quando ormai sapete eseguirli bene. Non sarà aggiunta alcuna difficoltà rispetto a quanto già avvenuto durante il corso, e la valutazione sarà considerata sulla base dell'impegno, della volontà e della serietà dimostrate durante l'intero corso. La "sf...ortuna dell'esame" qui non esiste!

Terminato con successo il corso, sarà rilasciato un BREVETTO, costituito da un attestato e da un tesserino. Quest'ultimo andrà esibito presso i centri di immersione (Diving Centers) ed i centri di ricarica bombole, per testimoniare il grado di addestramento ed ottenere i servizi riservati ai subacquei brevettati.

Parliamo delle prove al mare: di solito organizziamo una mini-vacanza da 4 giorni intorno al 1° Maggio (sfruttando ponti e festività in modo da non sprecare troppi giorni di ferie) in una località di mare come l'Isola d'Elba, Capraia o Liguria. Cerchiamo di ridurre i costi all'osso e siamo sempre riusciti: 270-320 Euro per allievo partecipante, inclusi immersioni didattiche, traghetto passeggeri ed auto al seguito, alloggio formula residence o bungalow da 4 posti. Sono esclusi vitto (ma l'alloggio è dotato di cucina), extra, carburante ed autostrada che si lasciano alla gestione dei singoli gruppi. L'ultima sera ci abbandoneremo ad una bella cena al ristorante con abbondanti libagioni per festeggiare i neo-brevettati ;-)

Per chi non vi potesse partecipare, sarà organizzata una giornata di prove al mare in Liguria, di Sabato o Domenica, presso un diving center. A carico dell'allievo graveranno i costi delle proprie immersioni didattiche e di quelle degli istruttori ed allievi-istruttori partecipanti, in numero richiesto dagli standard FIAS, generalmente 1 a 1. Quindi se sono richieste ad esempio 2 immersioni, l'allievo ne pagherà 4. Le immersioni costano indicativamente 40 euro l'una. E' ovvio che la spesa per questa seconda soluzione è inferiore, ma in proporzione è decisamente svantaggiosa, per questo incoraggiamo vivamente la mini-vacanza che è sempre stata occasione di divertimento ed aggregazione.

Il programma di tutti i corsi sub non è inventato dagli istruttori del Circolo ma è definito da una delle "agenzie" che nel settore si chiamano DIDATTICHE. Noi seguiremo la didattica FIAS, diffusa in tutta Italia e ben conosciuta praticamente in tutto il mondo. Ma per rendere il tuo brevetto FIAS ancora più internazionale, esso riporta la relativa denominazione internazionale (in inglese) ed inoltre, sul retro, riproduce il brevetto equivalente della CMAS, la didattica Francese fondata dal celeberrimo pioniere della subacquea, il Comandante Jacques Cousteau.

Passa in sede o non esitare a contattarci per prenotare il tuo corso o per altre informazioni.

 
 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookies.