Esercitazione sul Po

Il 19 Giugno 2016 si è tenuta, in prossimità della ex cava Bassanetti, un'esercitazione di Protezione Civile organizzata ed effettuata in sinergia dal Nucleo Sommozzatori di Protezione Civile del Circolo Sommozzatori Piacenza e dal Gruppo Cinofilo Volontari di Protezione Civile "I Lupi Piacenza".

Lo scopo: fare conoscere i mezzi nautici e la navigazione in generale agli amici a quattro zampe, nell'eventualità di un trasporto di questo tipo.

Infatti, mentre non si mette in dubbio la loro abilità sul campo, era opportuno verificare la reazione emozionale delle unità cinofile verso mezzi di trasporto ed ambiente (barche e acque libere del fiume) a loro probabilmente sconosciuti e stressanti. Non dimentichiamo che sulla barca lo spazio a disposizione è molto limitato e che i cani devono condividerlo, in sicurezza, con le persone dell'equipaggio a loro sconosciute. Inoltre, a differenza dei mezzi terrestri, non è possibile l'uso di gabbie e trasportini.

Un altro aspetto da considerare è il rapporto non propriamente idilliaco tra le robuste unghie dei cani ed i tubolari pneumatici del gommone: basta un piccolo taglio per renderlo inservibile e far fallire la missione. È fondamentale dotarsi di un robusto tappeto sul quale far passare i cani durante i trasbordi.

A turno le unità cinofile sono salite sulle imbarcazioni, si è approdato in un punto "non esplorato" sulla riva del fiume e lì sono sbarcate. Dopo alcuni minuti di dissipazione dello stress, prassi comune anche prima e dopo le attività terrestri, si è risaliti in barca per tornare al campo base.

Le poche difficoltà, come peraltro previsto, si sono manifestate soprattutto durante il primo imbarco: qualche cane non aveva nessuna intenzione di salire. Ma dopo un po' di tremarella, con una spintarella prima ed un bel biscotto dopo a bordo, le paure hanno lasciato il posto alla loro consueta intraprendenza. Il ritorno a bordo dall'area operativa e lo sbarco al campo base sono avvenuti assolutamente senza tentennamenti, segno tangibile della versatilità e dell'ottima educazione di questi “volontari speciali”.

 

Sono stati utilizzati:

  • il gommone a chiglia rigida del Circolo Sommozzatori, con motore da 25hp e carrello
  • la barca in alluminio del Coordinamento Provinciale, con motore da 20hp 4 tempi e carrello
  • lo storico furgone rosso del Circolo Sommozzatori
  • il Defender 110 "PC02" del Coordinamento Provinciale

 

Si ringraziano:

 

 
 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookies.